Energie in movimento

by

Gruppo: Camilla Crescenzo, Francesca Malanca, Matteo Morelli, Valeria Sini

L’obiettivo che ci siamo posti è quello di rappresentare tramite questo modulo quattro diversi tipi di energia: elettrica, idroelettrica, eolica e termica.

In questa figura vediamo illustrato la successione che porterà al conseguimento del processo ciclico raffigurante i quattro tipi di energia.

La caduta di una pallina di metallo attiverà un pulsante il quale provocherà l’accensione di un ventilatore. L’aria farà cadere  un panno sopra un sensore di luce, programmato da arduino.

Quando il sensore sarà coperto, quindi non rileverà più luce, attiverà l’accensione di led posti su un planisfero, ciò vuole simboleggiare l’eccessivo consumo di energia che provoca inquinamento luminoso. Il calore prodotto dai led scalderà una resistenza posta all’interno di una bacinella d’acqua corrente, quest’acqua scorrerà all’interno di un meccanismo di riciclo idrico.

Un termometro controllato da arduino rileverà la sua velocità; quest’ultima, giunta ad una determinata soglia, attiverà  una ventola. Ciò riporta all’energia eolica.

Le pale di questa ventola ruotando romperanno l’equilibrio di un sistema d’aste appoggiate una sull’altra.

Sull’ultima di queste scorrerà un filo di spago dove alla sua estremità sarà attaccata una pallina di metallo.

Lo spostamento delle aste porterà il filo a spostarsi su una candela che brucerà quest’ultimo, provocando la caduta della pallina che scivolerà su di una rampa arrivando al pulsante di partenza.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: